Lo stato della qualità dell’aria all’interno degli edifici scolastici e nelle loro immediate vicinanze è stato valutato sia sulla base dei dati delle reti di monitoraggio sia sulla base di campagne di misura appositamente predisposte. Sono stati valutati i livelli di concentrazione di alcuni degli inquinanti il cui controllo è previsto dalla normativa e/o che sono ritenuti particolarmente significativi nelle aree in studio.

Sono stati in particolare oggetto di monitoraggio:

  • il particolato (PM 10 e PM 2.5)
  • i Composti Organici Volatili (COV)
  • il biossido di azoto (NO2)
  • le aldeidi
  • l’acido solfidrico (opzionale) (H2S).

I campionamenti (cioè la raccolta di campioni da sottoporre a successiva analisi) sono stati effettuati in diverse campagne di misura della durata di almeno una settimana ciascuna. Sono stati utilizzati “strumenti” di diverse tipologie in funzione dell’inquinante monitorato.

Il monitoraggio si è svolto per almeno una 1 settimana al mese per 4 periodi distinti tra novembre 2014 e maggio 2015.

SCHEDE STRUMENTI

 

 

monitoraggio-1

Campionatore di particolato atmosferico PM 10 e PM 2.5 

Il campionatore consente di “raccogliere” il particolato sospeso nell’aria che respiriamo.

Al campionatore possono essere collegate “teste di prelievo” diverse, in funzione della dimensione di particolato di interesse, nello specifico il PM 10 (particelle con diametro inferiore a 10 μm) e il PM 2.5 (particelle con diametro inferiore a 2.5 μm).

 

 

 

monitoraggio-2

Campionatore passivo 

Il campionatore passivo consente di determinare la concentrazione degli inquinanti gassosi presenti nell’aria. In particolare, nelle scuole coinvolte nel progetto, sono stati utilizzati dei campionatori che permettono di misurare il biossido di azoto (NO2), i composti organici volatili (COV), l’acido solfidrico e le aldeidi.

Facebook
Twitter
YouTube

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter di GIOCONDA per rimanere aggiornato sulle novità del progetto
* = campo richiesto!

powered by MailChimp!