Progetto LIFE+ del mese di aprile 2017: GIOCONDA

 

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha selezionato come Progetto del mese di Aprile 2017 il LIFE-GIOCONDA, I GIOvani COntano Nelle Decisioni su Ambiente e salute, coordinato dall’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR, in partnership con Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente dell’Emilia Romagna (ARPAE), Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Puglia (ARPAP), Comune di Ravenna, Società della Salute Valdarno Inferiore.

Fra le priorità della componente “Politica e governance ambientali” del programma LIFE+ è compresa la necessità di fornire ai decisori politici strumenti d’informazione accessibili ed efficaci sul tema “ambiente e salute”. Una priorità che coincide con la Dichiarazione di Parma (OMS, 2010) che incoraggia a “proteggere i bambini e i giovani dall’inquinamento ambientale”. GIOCONDA ha fatto sua questa priorità, rendendo disponibile uno strumento per valutare lo stato di ambiente e salute in diverse aree italiane coinvolgendo bambini e ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, tra gli 11 e i 17 anni.

GIOCONDA ha contribuito all’integrazione dei problemi ambientali locali nelle politiche sulla salute e sulla gestione degli ambienti urbani raccogliendo informazioni sulla qualità dell’aria e sul rumore nelle 4 aree in cui si è realizzato il lavoro sul campo: Ravenna, Taranto, Valdarno Inferiore e Napoli. La metodologia di campionamento sistematico, messa a punto con il coordinamento di ARPA Emilia-Romagna, fa parte del patrimonio metodologico di GIOCONDA e viene proposta alle autorità competenti, che possono ripetere l’esperienza nelle loro città e scuole.

Mentre si monitoravano aria e rumore fuori e dentro le scuole, i ragazzi hanno raccolto informazioni su ambiente e salute nei loro territori e hanno compilato i questionari sulla percezione del rischio e sulla “disponibilità a pagare” (willingness-to-pay) per interventi di miglioramento ambientale, che gli economisti sanitari utilizzano per misurare i costi indiretti degli interventi che vengono realizzati. Conoscere la percezione del rischio, prima con la costruzione di una “mappa mentale” sul tema rischio in classe e poi con il questionario, consente ancora una volta di parlare di scienza a partire dalla propria vita e dalle esperienze di ogni giorno.

Oggi è disponibile una piattaforma on-line, dove tutte le scuole italiane possono trovare informazioni sul territorio e i monitoraggi ambientali, far compilare ai ragazzi delle scuole il questionario sulla percezione del rischio, caricare le loro raccomandazioni. Gli amministratori locali saranno coinvolti dalle scuole o potranno attivarle su questioni specifiche. La Regione Emilia Romagna ha accolto GIOCONDA tra gli strumenti a disposizione per promuovere l’educazione ambientale e in Regione, a livello nazionale il Ministero dell’Ambiente ha tenuto conto del lavoro fatto nelle sue linee guida per l’Educazione Ambientale, in particolare

In questi mesi si lavora nelle scuole di Ferrara, a Calcinaia, a Gioia del Colle, a Civitavecchia, e in molti altri comuni per presentare prima della fine dell’anno scolastico gli impegni dei ragazzi e le raccomandazioni utili a gestire le città in modo sostenibile e a migliorare ambiente e salute a beneficio di tutte le comunità.

 

Per maggiori dettagli:

 

Per informazioni:
Liliana Cori, via Moruzzi 1 56124 Pisa, 0503152097

liliana.cori@ifc.cnr.it

info@gioconda.ifc.cnr.it